Folder delle idee (n.1 del 2014)

Comunicato

Dal primo gennaio 2014 la rivista Problemi d’oggi, diretta dal dott. Giuseppe Staffolani, pur non distaccandosi dai consueti contenuti delle scienze della comunicazione, assume un nuovo format, dando maggiore importanza al “Folder” delle idee: riflessioni argomentate, forse anche utopiche, che stimolano il pensiero a liberarsi di quel sonno dogmatico che conduce l’individuo verso un’unica direzione. Io penso, invece, a tanti modi d’esistere, tutti degni di avere uguale cittadinanza nel rispetto delle leggi che li governano.

I vari argomenti proposti nel “Folder”, sono risultati di laboratori psicologici le cui analisi nel bene e nel male, hanno alimentato l’attività dell’aver cura, più che del curare la gente. Nulla di eccezionale dunque, ma solo esperienze di vita con persone che, avendomi concesso la loro stima, sono diventate i miei più preziosi collaboratori. Da loro ho imparato che l’esistenza non ha una sola via da esplorare e che per raggiungere un fine si devono analizzare strade diverse, a condizione che ci sia la volontà di camminare: io vi ho contribuito dando loro il coraggio di farlo perché la vita si ferma se la volontà si arresta, e il cervello si atrofizza se smette di pensare.

Nei testi di PSICOLOGIA VISSUTA (in famiglia) e PENSIERI PER PENSARE (se tu usi bene il tuo cervello, il pensiero ti regala il doppio), editi da youcanprint, ho voluto annotare la rilevanza della riflessione su ciò che si fa e la potenza del pensiero quando si concentra nelle cose pratiche. Le trattazioni sono brevi per agevolare la disponibilità a riflettere e, come il solito, sono espresse in parole semplici per rendere la psicologia più comprensibile e accettabile ai non addetti ai lavori.

Nei due testi vi presento una Psicologia vissuta nelle famiglie con i conflitti che rattristano e le pacificazioni che ne caratterizzano l’armonia e i Pensieri più costruttivi per sminuire gli attriti e le incompatibilità. Credo, infatti, che la vita sia un’analisi per trovare una sintesi (scelta) e non un’eterna contesa, per rimarcare le antitesi, dalle quali emergono sconfitte che diventano motivi di nuove e più agguerrite competizioni.

Nota: i due testi sono acquistabili in tutte le librerie o direttamente dalla Casa editrice telefonando al n. 0832 183 6509